HOME‎ > ‎

ST: Proclamate 8 ore di sciopero a sostegno della piattaforma.

pubblicato 27 ott 2015, 00:53 da Collettivo FIM   [ aggiornato in data 27 ott 2015, 00:54 ]
Comunicato sindacale

Incontro di informativa annuale di
StMicroelectronics.

Proclamate 8 ore di sciopero a
sostegno della piattaforma.

Il 17 Luglio 2015 si è svolto a Roma, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, l'incontro di
informativa annuale tra le OO.SS., il coordinamento delle RSU, la direzione aziendale di
STMicroelectronics e una rappresentanza del Ministero dello Sviluppo Economico. La scelta della sede è
conseguenza dell’esigenza delle OO.SS. di conoscere il parere del Governo italiano su ciò che riguarda
gli assetti proprietari e su come intende supportare il consolidamento e lo sviluppo dell’azienda e del
settore della microelettronica.
L'azienda ha descritto la situazione evidenziata dai dati economici del I° trimestre 2015 e le sue
aspettative per i mesi a venire.
Il mercato mondiale dei semiconduttori ha subito una crescita minore rispetto all’anno precedente,
passando da +8% a +4%, soprattutto a causa di una contrazione della crescita in Cina. Il settore
“automotive” conferma l’andamento sostanzialmente piatto; il settore “low wireless” mostra un
andamento vivace ed in forte crescita; al contrario, il settore computer risulta sostanzialmente
stagnante. Gli indicatori mostrano una buona crescita per i mercati USA e Asia Pacific, mentre Europa e
Giappone mostrano, invece, un andamento non buono.
Il fatturato di ST nel 2014 ha visto un calo importante, da 8.082M$ a 7.404M$ (-678 M$), ed anche il I°
trimestre conferma il dato, con un risultato che passa da circa 1.830M$ del I°Q 2014 a circa 1.680M$
nel I°Q 2015.
In questo quadro, il fatturato di SPA (Sense & Power + Automotive) ha registrato un calo del 6% circa
rispetto al I° trimestre 2014 (1.119M$ contro i 1.191 dello stesso periodo 2014), con AMS che è calata
di circa il 16% (da 304 a 255M$), mentre APG e IPD hanno sostanzialmente tenuto, con perdite
limitate, rispettivamente, a -2,5% (da 445 a 434M$) e -2,7% (da 442 a 430M$). Il reddito operativo
per SPA, pur con il fatturato in calo, è +72M$
Il fatturato di EPS (Embedded Processing Solutions) ha registrato un calo di circa -7,5% (da 628 a
581M$); al suo interno, mentre DPG ha subito un calo assai severo, -26,6% circa (da 282M a 207M$),
MMS ha invece ottenuto una crescita significativa, pari a +8,1% (da 346 a 374M$). Il reddito operativo
è pesantemente “in rosso”, con -64M$.
La situazione complessiva resta critica, perché il fatturato si conferma in discesa, con l’aggravante di
una forte perdita nel I° trimestre per EPS (reddito operativo -64M$), non sufficientemente compensata
dal risultato SPA (reddito operativo +72M$).
STM registra anche una perdita generale di quote di mercato in tutti i settori tranne che per MMS e APG
(Automotive), che vedono invece un consolidamento delle rispettive quote.
Il settore digitale si conferma in forte difficoltà, con effetti negativi importanti anche sul resto
dell’azienda.
Questa situazione desta forte preoccupazione, ancor più se associata al rallentamento degli investimenti
previsti per le aree manifatturiere: pur confermando i piani già annunciati, sia per quel che riguarda
R2/AGM/AG8, oltre alla linea pilota a 12”, in Agrate, sia per quel che riguarda M9 e la conversione ad 8”
delle produzioni 6” di Catania, la direzione ha comunicato l’ulteriore rallentamento nell’attuazione di
questi piani.