HOME‎ > ‎DA SAPERE‎ > ‎

FORMAZIONE - FONDIMPRESA

  • Il fondo bilaterale interprofessionale Fondimpresa è un’ente bilaterale paritetico costituito da CGIL-CISL-UIL e Confindustria, attraverso cui, ST, dal 2007, finanzia una consistente parte della formazione che altrimenti non riuscirebbe a gestire con risorse interne.
Le attività formative vengono finanziate attraverso lo 0,3% dei contributi versati all’INPS da ogni lavoratore; tutto ciò confluisce nel cosiddetto “Conto formazione” che corrisponde al 70% di quanto “raccolto” da ogni azienda.
Il restante 30% viene suddiviso destinando il 26% al “conto di sistema” - attraverso cui vengono emanati bandi di formazione più generici indirizzati principalmente alle PMI – ed il 4% a coprire le spese di gestione del fondo.
  • Perché un piano formativo possa essere avviato, è necessario un accordo fra l’azienda e la RSU, che a sua volta ha il compito di verificare che il piano risponda a tutti i requisiti previsti dalla legge.
Le finalità del fondo, supportate dalla legge e dalle indicazioni della comunità europea rispetto alla formazione, sono il coinvolgimento di tutte le fasce di lavoratori e la loro crescita professionale, culturale ed individuale.

Ad oggi la partecipazione del personale di produzione, in particolare degli operatori, è pressochè inesistente. Ciò avviene dopo  anni di confronto, nei quali abbiamo cercato di concordare la fruizione di percorsi formativi anche per il personale ad oggi escluso e individuare le modalità per estendere a tutti questa opportunità.

Siamo da tempo convinti che sia inevitabile un serio e approfondito confronto con chi ha la responsabilità della produzione.

Continuare ad avallare un’offerta formativa che, già in partenza, lascia fuori dalla porta una parte così consistente – ad Agrate, poco meno della metà - della popolazione aziendale sarebbe ancora una volta incoerente con le finalità del fondo.

Siamo convinti che anche la direzione abbia a cuore questo tema, perciò confidiamo di trovare le soluzioni nel confronto che abbiamo avviato in vista della preparazione dei nuovi piani formativi.

Nel corso del 2013 e del 2014 (come da allegato in fondo alla pagina) si è arrivati alla sigla di due verbali d'accordo  che individuano un percorso dapprima di indagine e poi di costruzione di piani formativi che prevedessero opportunità anche al personale ad oggi escluso dalla formazione finanziata.
Nonostante il percorso difficoltoso, a tal proposito:

      • Su richiesta della RSU sono state individutate le aree tematiche e  una lista di “primi” corsi fruibili dal personale interessato da poter inserire nei nuovi piani formativi o in quelli già in vigore. 
      • Abbiamo costruito un questionario per avere un quadro generale dei fabbisogni formativi espresso dalle lavoratrici e dai lavoratori, e per cercare,  modalità che compatibilmente con l'organizzazione del lavoro, favoriscano l'accesso del personale interessato che opera in ambito produttivo, alle opportunità formative.
                                Ecco i risultati del questionario: 
 
Sesso: uomo  52 donna 26
Fascia d'età: 18-30 11 30-40 31 40-50 28 oltre 50 8
Fab: AG8 34 AGM 4 EWS 11 F1 6 F5 3 R2 18 Altro 2
Qualifica aziendale: op. 66 imp. 12
Mansione:
Area: Etch 20 Imp 8 Mask 21 Depo 6 Diff 5 Altro 9
Anzianità aziendale: 1-5 25 5-15 35 15-30 15 oltre 30 3
SEI VENUTO A CONSOCENZA DEL CATALOGO CORSI AZIENDALE ATTRAVERSO
A. 12 D. 7
B. 8 E. 47
C. 4 F. 0
SEI VENUTO A CONSOCENZA DELL'OFFERTA FORMATIVA FINANZIATA FONDIMPRESA ATTRAVERSO
A. 2 C. 10
B. 1 D. 65
E. 0
(ESCLUSI I CORSI SAFETY - ERT - RISCHI SPECIFICI) NEGLI ULTIMI 36 MESI HAI PARTECIPATO A CORSI 
FORMATIVI IN AZIENDA?
No 65
13
QUALI AREE FORMATIVE RITIENI UTILI ALLA CRESCITA PROFESSIONALE ED INDIVIDUALE?
Competenze trasversali
Inglese 65
Informatica 48
Area comportamentale relazionale
Lavoro di squadra 38
Multiculturalità 17
Comunicazione 40
Relazione con il responsabile 22
Gestione dei conflitti 28
Gestione del tempo 27
Area professionale
Metodologia 28
Manutenzione attrezzature 27
Patentino gas tossici 22
Ert 16
Conoscenza processi 50
Altro
SEI VENUTO A CONSOCENZA DELL'OFFERTA FORMATIVA FINANZIATA FONDIMPRESA ATTRAVERSO
A. 59% C. 19,7%
B. 20% D. 1,3%


        • è stato introdotto un primo corso di comunicazione per dipendenti "operations" all'interno di un piano formativo Fondimpresa che ad oggi ha coinvolto 20 persone


Riportiamo qui sotto i comunicati sindacali 



Settembre 2014

Questionario formazione: Come non detto

L’elaborazione delle risposte al “questionario formazione” distribuito nelle scorse settimane al personale operante nei reparti produttivi, porta alla luce che circa l’86% del personale interessato non ha avuto accesso a corsi formativi in azienda (se non quelli obbligatori per legge) e non è messo a conoscenza delle opportunità formative aziendali e legate a FONDIMPRESA. Le aree formative di interesse invece, ci consegnano risultati pressochè omogenei: emerge la necessità di sviluppare competenze trasversali (come inglese ed informatica), comunicative e relazionali, ma anche professionali (come la conoscenza dei processi).

L’analisi dei fabbisogni formativi…

…si pone l’obiettivo di presentare piani formativi e introdurre programmi di formazione professionale e relazionale per la crescita individuale del personale ad oggi escluso

…si inserisce nel percorso di condivisione del nuovo piano che dovrà necessariamente prevedere il confronto con la Direzione Aziendale ed i manager produttivi affinchè vengano individuate, modalità che compatibilmente con l'organizzazione del lavoro, favoriscano l'accesso del personale interessato che opera in ambito produttivo, alle opportunità formative.

Agrate B.za, 25 Settembre 2014              RSU ST Agrate




Settembre 2014

QUESTIONARIO FORMAZIONE

Sesso:        Uomo        Donna                    Fascia d’età:        18-30       30-40            40-50

Fab:      Ag8             Agm             EWS              F1               F5            R2          ALTRO                      

Qualifica aziendale:    Operaio          Impiegato                                                    

Area di lavoro:        Etch         Imp           Mask        Depo      Diff     ALTRO                 

Anzianità aziendale:        1-10                    10-20            20-30                                

 

1.      Sei venuto a conoscenza del catalogo corsi aziendale attraverso…

*      il portale internet interno aziendale

*      i  colleghi o il responsabile

*      la partecipazione ai corsi

*      la RSU

*      Non ne so nulla

*      Altro _______________________________________________

 

2.      Sei venuto a conoscenza dell’offerta formativa finanziata FONDIMPRESA attraverso…

*      il portale intranet aziendale

*      i  colleghi o il responsabile

*      la partecipazione ai corsi

*      la RSU

*      Non ne so nulla          

*      Altro _______________________________________________

 


Qualora non ne fossi a conoscenza, è l’ente bilaterale paritetico costituito da CGIL-CISL-UIL e Confindustria con l’accordo interconfederale del 2002, che, a fronte di accordi sindacali stipulati in azienda e attraverso un contributo pari allo 0,30% della contribuzione all’Inps di ogni lavoratore riconosce contributi economici importanti per finanziare i corsi di formazione, con la finalità di coinvolgere tutte le fasce di lavoratori sia sulla base di esigenze aziendali che individuali di crescita professionale e culturale.

 

3.      (ESCLUSI I CORSI SAFETY – ERT – RISCHI SPECIFICI) Negli ultimi 36 mesi hai partecipato a corsi formativi in azienda?

                           NO

                           SI

Se sì quanti (indicativamente) e quali ____________________________________________________________________

____________________________________________________________________

­­­­­­­

4.      Quali aree formative ritieni utili alla crescita professionale e individuale?

Competenze trasversali:

*      Inglese

*       Informatica di base (excel, e-m@il, word, internet)

 

Area comportamentale – relazionale:

*      lavoro di squadra

*      multiculturalità

*      comunicazione

*      relazione con il responsabile

*      gestione dei conflitti

*      gestione del tempo

 

Area professionale:

*      sviluppo personale

*      manutenzione attrezzature

*      patentino gas tossici

*      ert

*      conoscenza processi

 Altro: ________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

5.      Per la partecipazione ai corsi, saresti disposto a partecipare:

  durante i normali turni di lavoro (anche se a mezze giornate per volta)

  a giornata, con la possibilità di cambiare turno per il tempo necessario

 E’ indifferente

 



DEFORMAZIONE PROFESSIONALE

La Direzione Aziendale esclude dalla formazione una parte consistente di popolazione precludendone le OPPORTUNITà di crescita professionalE ed individualE.

IL PERSONALE INTERESSATO DEVE AVERE LA POSSIBILITÁ DI ACCEDERE ALLE OPPORTUNITÁ FORMATIVE!!! 

Il questionario, volto al personale operante in ambito produttivo, servirà nel confronto con la Direzione Aziendale ad avere un quadro generale dei fabbisogni formativi espresso dalle lavoratrici e dai lavoratori, e per cercare, come nel corso dell'ultimo anno, modalità che compatibilmente con l'organizzazione del lavoro, favoriscano l'accesso del personale interessato che opera in ambito produttivo, alle opportunità formative.

IL QUESTIONARIO È UN'OCCASIONE  PER DIRE LA VOSTRA!!!

IL QUESTIONARIO COMPILATO ANDRÁ IMBUCATO NELL’URNA POSTA ALL’ESTERNO DEL LOCALE MENSA.




Settembre 2014
disinFORMAZIONE
Un passo avanti…e 2 indietro!!

In questi mesi la Rsu e la Direzione Aziendale si sono incontrate per proseguire il percorso di condivisione del nuovo piano formativo aziendale e monitorare le azioni formative in ST e finanziate con Fondimpresa.

L’azienda ad oggi…
… concentra le attività formative sul personale non operante nei reparti produttivi 
... sostiene che per la parte cosiddetta Operations, la formazione debba essere unicamente legata alla mansione (certificazioni) e alla sicurezza (fondamentale e obbligatoria per legge).

Nonostante  la resistenza aziendale, su richiesta della RSU sono state individutate le aree tematiche e  una lista di “primi” corsi fruibili dal personale interessato da poter inserire nei nuovi piani formativi o in quelli già in vigore. 

L’indagine dei fabbisogni formativi per le aree Operations prevista dall’accordo siglato nel mese di Settembre 2013, ha visto la Direzione Aziendale “intervistare” solo i manager  produttivi.

A tal proposito in questi giorni distribuiremo al personale di ambito produttivo un questionario anonimo volto ad individuare le aree tematiche di interesse  sulla base di quanto già condiviso con l’azienda e le modalità di partecipazione con cui il personale interessato intenderebbe usufruire delle opportunità formative.

Nonostante l’iniziale disponibilità, la Direzione Aziendale non intende legare il questionario alla consegna della busta paga.
L’azienda  complica la condivisione dei futuri piani dimostrando ancora forti preclusioni rispetto ad un tema che dovrebbe essere di interesse comune: diversamente la RSU ritiene che il personale interessato debba avere la possibilità di accedere ad opportunità formative per la crescita sia professionale che individuale.

Chiediamo alla Direzione Aziendale un incontro con i manager della produzione allo scopo di inviduare criteri di gradualità e di priorità che mantengano compatibili l’organizzazione del lavoro con l’esigenza di crescita professionale e individuale dei lavoratori e delle lavoratrici.

 




Luglio 2013
FONDIMPRESA: UN OPPORTUNITA’ PER TUTTI!

Dal 2007 in ST viene utilizzato il fondo bilaterale FONDIMPRESA per finanziare una buona parte delle azioni formative svolte in azienda sia per l’ambito tecnico che per quello relazionale.
Questo ente bilaterale paritetico costituito da CGIL-CISL-UIL e Confindustria con l’accordo interconfederale del 2002 a fronte di accordi sindacali che si stipulano in azienda riconosce contributi economici importanti per finanziare i corsi di formazione con la finalità di coinvolgere tutte le fasce di lavoratori sia sulla base di esigenze aziendali che individuali di crescita professionale e culturale.

In questo ultimo anno si è svolto un lavoro accurato di monitoraggio delle azioni formative effettuate in ST e finanziate dal fondo che ci consegnano l’evidenza che tali attività si concentrano sul personale impiegatizio al di fuori dei reparti produttivi, sui livelli medio alti e sul personale laureato.

Per buona parte, data la prevalenza impiegatizia all’interno dell’azienda il dato può starci ma abbiamo richiesto alla direzione, all’interno degli incontri trimestrali di monitoraggio di concordare la possibilità di fruizione di tali percorsi formativi anche per il personale interessato che opera in ambito produttivo cercando inizialmente in maniera sperimentale di favorire questa partecipazione con l’obiettivo di estendere a tutti questa opportunità.

La richiesta è stata accompagnata dalla nostra disponibilità ad individuare, attraverso il confronto con la direzione e i manager della produzione, criteri di gradualità e di priorità che mantengano compatibili l’organizzazione del lavoro con l’esigenza di crescita professionale e individuale dei lavoratori e delle lavoratrici.

Verificheremo a partire dai prossimi giorni, le disponibilità dell’azienda che saranno valutate nell’ambito del percorso di condivisione del prossimo piano formativo aziendale.

Agrate Brianza, 26 luglio 2013
La RSU ST di Agrate e Castelletto



Luglio 2013
Formazione finanziata
COS’è?

  • Il fondo bilaterale interprofessionale Fondimpresa è un’ente bilaterale paritetico costituito da CGIL-CISL-UIL e Confindustria, attraverso cui, ST, dal 2007, finanzia una consistente parte della formazione che altrimenti non riuscirebbe a gestire con risorse interne.
Le attività formative vengono finanziate attraverso lo 0,3% dei contributi versati all’INPS da ogni lavoratore; tutto ciò confluisce nel cosiddetto “Conto formazione” che corrisponde al 70% di quanto “raccolto” da ogni azienda.
Il restante 30% viene suddiviso destinando il 26% al “conto di sistema” - attraverso cui vengono emanati bandi di formazione più generici indirizzati principalmente alle PMI – ed il 4% a coprire le spese di gestione del fondo.
  • Perché un piano formativo possa essere avviato, è necessario un accordo fra l’azienda e la RSU, che a sua volta ha il compito di verificare che il piano risponda a tutti i requisiti previsti dalla legge.
Le finalità del fondo, supportate dalla legge e dalle indicazioni della comunità europea rispetto alla formazione, sono il coinvolgimento di tutte le fasce di lavoratori e la loro crescita professionale, culturale ed individuale.
cosa sta succedendo in ST?

Come da recente monitoraggio delle azioni formative svolte in ST, ad oggi la partecipazione del personale di produzione, in particolare degli operatori, è inesistente. Ciò avviene dopo tre anni di confronto, nei quali abbiamo cercato di concordare la fruizione di percorsi formativi anche per il personale ad oggi escluso e individuare le modalità per estendere a tutti questa opportunità.

A tal proposito siamo da tempo convinti che sia inevitabile un serio e approfondito confronto con chi ha la responsabilità della produzione.

Continuare ad avallare un’offerta formativa che, già in partenza, lascia fuori dalla porta una parte così consistente – ad Agrate, poco meno della metà - della popolazione aziendale sarebbe ancora una volta incoerente con le finalità del fondo.

Siamo convinti che anche la direzione abbia a cuore questo tema, perciò confidiamo di trovare le soluzioni nel confronto che abbiamo avviato in vista della preparazione dei nuovi piani formativi.
Ċ
1,
29 ott 2015, 03:26
Ċ
1,
29 ott 2015, 03:31