SOMMINISTRAZIONE





La somministrazione di lavoro è una forma di lavoro subordinato che ha sostituito il precedente lavoro interinale.
Questo tipo di rapporto, regolato da un contratto a tempo determinato, viene definito trilaterale in quanto i soggetti coinvolti sono il lavoratore,l'agenzia per il lavoro (ApL) e l'azienda utilizzatrice.

A partire dall'inizio del contratto è previsto un periodo di prova che è determinato in 1 giorno di effettiva prestazione per ogni 15 giorni di calendario (ad esempio se firmo quindi un contratto di 2 mesi,i giorni di prova saranno 4).
Durante tale periodo le parti possono recedere anticipatamente dal contratto stesso senza obbligo di preavviso e senza giusta causa.La retribuzione per le ore lavorate è comunque garantita.
Il periodo di prova non può essere inferiore a 1 giorno e superiore a 11 per contratti che durano fino a 6 mesi,nonchè a 13 per quelli superiori ai 6 mesi.
Se entro 12 mesi dalla scadenza del contratto,ne firmi nuovamente uno per lavorare nella stessa azienda con le stesse mansioni,il periodo di prova non viene applicato.

Il contratto può essere prorogato per 6 volte nell'arco di 36 mesi mentre se le prime due proroghe vengono effettuate nell'arco dei primi 2 anni di "missione" (periodo in cui il lavoratore presta servizio presso un'azienda utilizzatrice),le successive proroghe potranno essere utilizzate in un arco temporale massimo di 42 mesi.
L'eventuale proroga deve essere comunicata almeno 5 giorni prima della scadenza del contratto.
Nel caso in cui la missione venisse interrotta anticipatamente dall'azienda,al lavoratore spetta la retibuzione completa fino al termine della missione interrotta e l'ApL può proporre al lavoratore una nuova missione a parità di inquadramento e trattamento economico oppure corsi di formazione professionale in aziende del territorio.